"Sardi e Sicuri" prosegue nel Medio Campidano: oltre 130 mila test eseguiti nelle prime due tappe

3' di lettura 16/02/2021 - Il Presidente Solinas: "Progetto vincente nella lotta al virus". Lo screening si svolgerà nel prossimo fine settimana nelle date del 20 e 21 febbraio, in un'unica fase con l'immediato l'impiego dei tamponi antigenici a immunofluorescenza di ultima generazione e alta sensibilità al virus.

Oltre duecento gli operatori in campo, fra medici, infermieri e tecnici informatici, a cui si aggiungono i numerosi volontari e il personale delle amministrazioni civiche.

Dopo la provincia di Nuoro e l'Ogliastra, Sardi e sicuri, la campagna di screening anti-covid della Regione, realizzata da Ares-Ats, prosegue con la terza tappa nel Medio Campidano. Ventotto i comuni coinvolti per un totale di 47 postazioni e un unico accorpamento logistico previsto: Villanovafranca ospiterà la sede dei test anche per i cittadini di Villamar.
Lo screening si svolgerà nel prossimo fine settimana nelle date del 20 e 21 febbraio, in un'unica fase con l'immediato l'impiego dei tamponi antigenici a immunofluorescenza di ultima generazione e alta sensibilità al virus. Oltre duecento gli operatori in campo, fra medici, infermieri e tecnici informatici, a cui si aggiungono i numerosi volontari e il personale delle amministrazioni civiche. Il target del monitoraggio è fissato tra il 50 e il 60% della popolazione, a esclusione dei minori sotto i 10 anni.
“Dopo aver concluso con successo le prime due tappe dello screening – dichiara il presidente della Regione Christian Solinas, in riferimento alla campagna nei territori del nuorese e dell'Ogliastra, dove il target è stato raggiunto e superato con l'esecuzione di oltre 130mila test – la più grande campagna di screening mai realizzata prosegue mantenendo le aspettative e raccogliendo la grande partecipazione del territorio. Sardi e sicuri è un modello efficace ed efficiente che continua a migliorare a ogni passo, sia sul piano organizzativo, sia su quello operativo. Fondamentale il contributo dei sindaci, che stanno supportando il progetto con profondo senso di responsabilità. Si lavora insieme con un unico obiettivo portare al più presto la Sardegna fuori dall'emergenza”.
“I numeri – dichiara l'assessore regionale della Sanità, Mario Nieddu, che rinnova il suo appello ai cittadini per la partecipazione al test – inquadrano la Sardegna come regione a basso rischio. La zona bianca non è un miraggio. Ora più che mai serve la partecipazione di tutti. L'adesione allo screening ci consentirà di individuare le persone positive al Covid in tempi rapidi, interrompere le catene di contagio e frenare, così, la diffusione del virus. Abbiamo raggiunto risultati importanti sul fronte della gestione della pandemia. I test e le vaccinazioni proseguono e proseguiranno su tutto il territorio. Non dobbiamo abbassare la guardia”.
Tutti i cittadini potranno presentarsi nelle sedi indicate per l'esecuzione dei tamponi (dalle 8.30 alle 13 e dalle 14 alle 18) e sottoporsi al test liberamente e gratuitamente, presentando la propria tessera sanitaria e comunicando agli operatori il numero di telefono a cui saranno inviate le credenziali per la consultazione e il ritiro del referto online.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-02-2021 alle 11:51 sul giornale del 17 febbraio 2021 - 120 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, sardegna, comunicato stampa, Regione Sardegna

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bOiM