Sardegna, sanitari no-vax ricorrono a Tar contro sospensione

1' di lettura 24/08/2021 - CAGLIARI (ITALPRESS) – Primi ricorsi in Sardegna fra gli operatori sanitari no vax sospesi dal servizio. Sono 173 tra medici, infermieri e operatori socio sanitari che hanno deciso di ricorrere al Tar per contrastare il provvedimento emanato dall’Ats per effetto del quale si sospende dall’incarico e dallo stipendio tutto il personale non sottoposto a vaccinazione.

Ancora da fissare la data della prima udienza, ma la battaglia in corsia sembra essere appena agli inizi. Già nelle scorse settimane, dopo le prime lettere che invitavano il personale non vaccinato a provvedere alla prenotazione gratuita presso gli hub regionali, erano stati numerosi i tentativi di aggirare il provvedimendo fornendo giustificazioni per l’impossibilità a vaccinarsi o evitando il ritiro della raccomandata. Allo scattare dell’obbligo di vaccinazione erano circa 700 i sanitari senza ancora nemmeno la prima dose. Numero oggi ridotto, ma che conta ancora una buona fetta di oppositori al green pass ospedaliero, con i primi 173 che hanno avanzato anche una richiesta di risarcimento.

(ITALPRESS).






Questo è un lancio di agenzia pubblicato il 24-08-2021 alle 19:45 sul giornale del 26 agosto 2021 - 206 letture

In questo articolo si parla di attualità, sardegna, italpress

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cgbH





logoEV