Silanus, l'ex sindaco sequestrato e picchiato

2' di lettura 15/06/2022 - Due uomini armati e mascherati hanno picchiato a sangue l'ex sindaco di Silanus e minacciato di dargli fuoco

Momenti di terrore per Luigi Morittu, 67 anni, geometra ed ex sindaco di Silanus (per dieci anni): è stato aggredito e picchiato a sangue nella sua azienda a Sa Tanca Noa, a pochi chilometri dal paese, da due uomini incappuciati che poi sono scappati a bordo del suo suv.

Morittu ieri mattina è andato nella sua azienda per accudire i cavalli, come faceva ogni giorno prima di recarsi in studio, e si è trovato davanti due uomini incappucciati, uno dei quali armato di pistola. Quando è sceso dall'auto i malviventi hanno iniziato a picchiarlo selvaggiamente con calci e pugni fino a colpirlo sul viso col calcio della pistola. Infine lo hanno legato con le mani dietro la schiena al cancello dell'azienda utilizzando dei fili elettrici e lo hanno cosparso di benzina con la minaccia di dargli fuoco.

L'ex sindaco, sotto choc, è riuscito a liberarsi e ha raggiunto a piedi un ovile per chiedere aiuto mentre i malviventi erano già scappati con la sua Audi Q5 che hanno abbandonato nelle campagne di Bolotana. Da qui l'allarme e l'arrivo dei carabinieri. Portato al pronto soccorso dell'ospedale San Francesco di Nuoro, Morittu in serata è stato dimesso con alcuni giorni di prognosi.

Sul caso indagano i carabinieri della Compagnia di Macomer e della Stazione di Silanus. Il movente dell'aggressione, per ora, resta un mistero. Morittu a Silanus è benvoluto e apprezzato anche per il suo lavoro in un importante studio del paese. I carabinieri stanno sentendo gli allevatori e agricoltori vicini all'azienda dell'ex sindaco e nelle prossime ore ascolteranno lo stesso Morittu.






Questo è un articolo pubblicato il 15-06-2022 alle 12:41 sul giornale del 16 giugno 2022 - 108 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dbih





logoEV