“Fasci appesi”, a Cagliari scritte nella sede di Fratelli d’Italia

1' di lettura 14/09/2022 - CAGLIARI- "Nervi tesi, fasci appesi". Questa la scritta apparsa questa notte all'esterno della sede di Fratelli d'Italia in via Alghero a Cagliari.

A denunciare l'accaduto è il deputato Salvatore Deidda, candidato alle prossime elezioni con il partito di Giorgia Meloni, per il bis in Parlamento. "Come è accaduto in piazza del Carmine, durante il comizio di Giorgia Meloni, ci sono bambini che vogliono giocare a fare i grandi, purtroppo ispirati da cattivi maestri che su Facebook, nei social e in piazza aizzano l'odio politico- attacca Deidda- si nascondono dietro i più giovani, con i loro messaggi d'odio, e non gli importa che i bambini possano bruciarsi il futuro con una stupidaggine. Ho già denunciato che cercano di fermarci radicalizzando il linguaggio e invitando a fermarci in qualunque modo". Prosegue il parlamentare: "Alla nostra gioventù racconto come sia bello, costruttivo e utile il confronto con chi non la pensa come noi, e non porti a niente rispondere alle provocazioni. I cattivi maestri, invece, si fermeranno alle scritte? Cancelliamo e andiamo avanti per la nostra strada. L'Italia merita di guardare avanti. Dateci fiducia per costruirla il 25 settembre".






Questo è un lancio di agenzia pubblicato il 15-09-2022 alle 08:16 sul giornale del 15 settembre 2022 - 18 letture

In questo articolo si parla di attualità, agenzia, puglia, agenzia dire

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dpQ8





logoEV