Angelo Cocciu, Forza Italia: “Mi candido per proseguire al Senato il lavoro avviato a livello comunale e regionale”

3' di lettura 15/09/2022 - (Adnkronos) - Il candidato della formazione di centrodestra, capolista in Sardegna per il Senato, spiega i suoi obiettivi programmatici e come intende raggiungerli nel corso della prossima legislatura  Olbia, 15 settembre 2022.

  Angelo Cocciu: “Fondamentale riformare reddito di cittadinanza e Superbonus 110% per imprimere positività al tessuto sociale ed economico”  Il candidato al Senato in Sardegna e capogruppo di Forza Italia in Consiglio Regionale spiega le misure che la sua formazione politica intende varare nel corso della prossima legislatura Revisione del reddito di cittadinanza, migliorie al Superbonus 110%, attenzione massima alla sanità regionale e alle questioni legate all’insularità: Angelo Cocciu, candidato di Forza Italia al Senato come capolista in Sardegna, entra nel dettaglio del suo programma elettorale, e della formazione fondata da Silvio Berlusconi, a due settimane dal cruciale voto del 25 settembre. Una data storica per l’intera nazione, che si appresta ad entrare nei seggi elettorali nel mezzo di una crisi energetica senza precedenti e di annosi, storici problemi da risolvere a livello locale, regionale e nazionale. “Lo dico senza paura: nei ruoli che ho avuto l’onore di ricoprire come consigliere comunale prima, e consigliere regionale poi, ho realmente pensato ai bisogni di tutti i cittadini, senza logiche di parte o territoriali”, esordisce Angelo Cocciu, già Assessore allo Sport e all’Urbanistica di Olbia, più recentemente incaricato come capogruppo di Forza Italia al consiglio regionale. “È con questo spirito che affronto la sfida nazionale, candidato come capolista in Sardegna per Forza Italia nel sistema proporzionale, potendo rappresentare per intero l’isola nella quale sono nato, ricca di potenzialità e, purtroppo, di tanti problemi che stiamo cercando di risolvere”, prosegue Cocciu. Ma come? “Con un programma studiato a livello Italia e, più dettagliatamente, ad hoc per la Sardegna, finalizzato al rilancio dell’economia del nostro Paese e di conseguenza dell’isola, da rafforzare anche grazie alle recenti modifiche costituzionali che hanno permesso l’inserimento del principio di insularità”, spiega il candidato forzista. Il partito fondato nel 1994 da Silvio Berlusconi ha in mente una serie di soluzioni mirate non allo smantellamento delle operazioni legislative messe in campo negli ultimi anni come il reddito di cittadinanza o il Supernonus 110% ma, piuttosto, ad una loro profonda revisione affinché possano diventare vero strumento di aiuto al tessuto sociale ed economico. “Siamo convinti che l’elaborazione di queste misure sia stata del tutto superficiale, con il Movimento 5 Stelle incapace di imprimere valore a principi giusti ma, purtroppo, mal applicati. Proprio per questo motivo — prosegue l’esponente politico sardo — non cancelleremo né il reddito di cittadinanza né il Superbonus 110%, ma li miglioreremo con formule che rimodulano la loro efficacia, estendendola realmente ai soggetti interessati”. Il Superbonus 110% è stato oggetto di forte dibattito a livello governativo, ma la misura è ritenuta valida da Forza Italia, con le modifiche necessarie finalizzate ad una sua maggiore fruizione. “Troppa burocrazia, assurdo l’obbligo di cessione del credito una sola volta, sbagliato vedere la misura nel breve periodo. È necessario snellire il procedimento di accesso al 110%, permettere la cessione in base alle esigenze degli operatori e pensare all’allungamento della misura di almeno 5 anni”, sostiene il candidato forzista. Una serie di problematiche da risolvere nel corso della prossima legislatura, con Angelo Cocciu pronto alla sfida nazionale che, se confermato dagli elettori il prossimo 25 settembre, lo vedrebbe protagonista dei lavori di Palazzo Madama. · CONTATTI: Sito web https://www.facebook.com/angelococciuolbia  





Questo è un lancio di agenzia pubblicato il 15-09-2022 alle 10:43 sul giornale del 16 settembre 2022 - 114 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dp1U





logoEV